La maggiore parte degli scritti di Angelo Conte è andata perduta, ne sono stati recuperati due a stampa:

 

1) La Pittura come coscienza dell’essere, Sembrancher (Svizzera),11.07.1987

2) Il Surrealismo come non pittura, Biasca (Svizzera),29.05.1993